Perché il 17 marzo?

È semplice: la data segna la morte del santo. Patrizio morì nel 461 a Saul, nella contea di Down. Fu qui che fondò la sua prima chiesa in un piccolo e semplice granaio dopo essere arrivato nelle vicinanze, alla foce del fiume Slaney. È sepolto nella tenuta della Down Cathedral di Downpatrick e la sua tomba è contraddistinta da una lapide in granito delle Mourne Mountains. Per chi ne celebra lo spirito originario, il giorno di San Patrizio è una giornata tradizionale per un rinnovamento spirituale.

Quando si svolse la prima parata?

È interessante il fatto che la prima parata del giorno di San Patrizio non si svolse in Irlanda ma a Boston, negli Stati Uniti, nel 1737. Questa venne seguita da una parata “ufficiale” a New York nel 1766. L’Irlanda arrivò un po’ più tardi, con la prima parata organizzata a Waterford nel 1903, mentre Dublino si unì al gruppo nel 1931. Oggi la parata di Dublino è un evento enorme, colorato, teatrale, che si svolge nel centro storico della città, con vivaci spettacoli e bande internazionali.

Chi ha inventato la festa di San Patrizio?

Fai un brindisi in onore di Luke Wadding, un frate francescano irlandese di Waterford il cui costante impegno trasformò il 17 marzo in un giorno di festa. Nato nel 1558, Wadding morì a Roma nel 1657 e i suoi resti sono sepolti nel collegio S. Isidoro, da lui fondato. Se visiti la National Gallery of Ireland, potrai ammirare un dipinto del frate di Carlo Maratta, mentre nella città di Waterford è commemorato con una statua fuori dalla French Church (Greyfriars).

Si svolgono parate insolite?

In tutta l’Irlanda troverai parate di ogni genere – brevi, lunghe, giocose o serie – dalla più grande di Dublino alla più mattutina di Dingle, nella contea di Kerry, dove ha inizio alle sei del mattino. Ad Armagh si svolge un festival lungo una settimana, mentre a Belfast una parata e un concerto. La parata più breve al mondo era quella di Dripsey, nella contea di Cork, da un pub all’altro. Purtroppo la parata non si svolge più ma potrai comunque festeggiare con l’annuale Dripsey Vintage Tractor and Car Run (gara di trattori e auto vintage).



San Patrizio era davvero irlandese?

No, non era nato qui. Si ritiene che San Patrizio fosse originario del Galles o della Scozia, dove venne rapito all’età di 16 anni e portato come schiavo in Irlanda del Nord. Una volta nel Paese, venne mandato sulla Slemish Mountain nella contea di Antrim per pascolare le pecore. Durante la sua fuga, però, ebbe una visione e tornò in Irlanda per diffondere il cristianesimo. Fu su quest’isola che rimase per il resto della sua vita, a pregare, battezzare e costruire chiese fino alla sua morte, avvenuta nel 461 nella contea di Down.



 Dove andò in Irlanda?

In tutta l’Irlanda vi sono luoghi associati a San Patrizio, il che mostra quanto abbia viaggiato questo santo del V secolo. La Rock of Cashel, nella contea di Tipperary, e Croagh Patrick, nella contea di Mayo, sono tra i più famosi ma ce ne sono molti altri. Segui il St Patrick’s Trail in Irlanda del Nord e potrai visitare le due incredibili cattedrali di Armagh dedicate al santo, oltre alla Saul Church e al St Patrick Centre nella contea di Down.

 San Patrizio scacciò davvero i serpenti?

La tradizione vuole che in Irlanda non vi siano serpenti grazie al santo patrono, che li scacciò nel mare. È una bella storia, ma la maggior parte degli scienziati oggi ritiene che i serpenti non siano mai esistiti in Irlanda. Ti interessa sapere di più sulla storia naturale dell’Irlanda, rettili inclusi? Fai un salto al meraviglioso Museum of Natural History su Kildare Street a Dublino e scopri di più sulla fauna della nostra isola in un antico e adorabile edificio vittoriano.

Perché le persone si vestono di verde?

Il verde è ora sinonimo del giorno di San Patrizio: tutte le persone di origini irlandesi in ogni parte del mondo indossano qualcosa di verde il 17 marzo. L’indossare qualcosa di verde divenne una tradizione solo nel XIX secolo. Fino ad allora, il colore più comunemente associato a San Patrizio era il blu. Oggi è tutto giada e smeraldo, muschio e oliva, quindi anche a Casteltermini il 17 marzo, non dimenticare di indossare qualcosa di verde.

SAN PATRIZIO, IL PATRONO DELL’IRLANDA, DEI PAZZI (E DEGLI INGEGNERI)

seguici anche su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.